Il 2015 segna i 50 anni dalla conclusione del Concilio Vaticano II e dalla pubblicazione del documento “Nostra Aetate” che ridefinisce i rapporti tra i cattolici e i membri delle altre religioni. Per questa occasione pubblichiamo una preghiera attribuita a San Giovanni XXIII che ha dato inizio al Concilio, una preghiera che esprime il cambiamento un po’ rivoluzionario nei rapporti tra ebrei e cattolici.

Questa preghiera e’ attribuita a San Giovanni XXIII il quale chiede perdono per il comportamento dei Cristiani verso il popolo ebraico.

Papa Giovanni XXIII, conosciuto come il “Papa buono”, e’ stato canonizzato nel 2014. Durante il suo breve pontificato, dal 1958 al 1963, ha convocato il Concilio Vaticano II.

La preghiera e’ stata pubblicata nel Catholic Herald il 14 maggio 1965.

pope_john_23

O Dio, noi siamo coscienti
del fatto che molti secoli di cecita’
hanno offuscato i nostri occhi
in modo che non possiamo piu’ vedere la bellezza
del tuo Popolo Eletto.

Nel corso dei secoli
i nostri fratelli e sorelle ebrei
sono rimasti a giacere nel sangue che noi abbiamo fatto scorrere
o che abbiamo causato
dimenticando il tuo amore.

Perdonaci per la maledizione
che abbiamo falsamente attribuito
al loro nome di ebrei.

Perdonaci
per averti crocifisso una seconda volta
nella loro carne.

Perche’ non sapevamo quello che facevamo. Amen.