Pubblichiamo qui di seguito una breve relazione sul congresso che si è tenuto il 5 dicembre 2017 al Museo della Terra di Israele a Ramat Aviv, che includeva anche una sezione sui bambini ebrei nascosti nei monasteri durante la Shoah.

Il 6 dicembre 2017, il Patriarca ecumenico greco ortodosso, Bartolomeo di Costantinopoli, è stato insignito di un dottorato onorario dall’Università ebraica di Gerusalemme.

Venerdì 1 dicembre 2017, è andato in onda alla televisione israeliana “Here is the News” un breve documentario su Padre Romuald Jakub Weksler-Waszkinel.

Il 2 ottobre 2017, è stata pubblicata la dichiarazione del Ministro della Cooperazione Regionale, Tzachi Hanegbi, il quale ha condannato gli atti di vandalismo del 20 settembre avvenuti nella chiesa di Santo Stefano di Beit Jemal.

Dal 2009, oltre 50 luoghi cristiani e musulmani sono stati vandalizzati in Israele e nella Cisgiordania, ma, secondo i dati del Ministero della Pubblica Sicurezza, sono state presentate solo nove accuse e effettuate solo sette condanne.

La popolazione del paese è cresciuta di 156.000 persone durante lo scorso anno, secondo i dati pubblicati dall’Ufficio Centrale di Statistica in occasione della festa.

Domenica 4 giugno 2017, il giornale israeliano YNET ha pubblicato la notizia che la Corte Suprema di Giustizia ha preso una temporanea decisione riguardo ai soldati non ebrei i quali non sono obbligati a partecipare a riunioni che propongono la conversione al giudaismo.

Il 29 maggio 2017, YNET ha pubblicato un lungo articolo sulla conversione all’ebraismo nell’esercito israeliano.

Sabato sera, 27 maggio 2017, il giorno dopo l’attacco in cui sono stati uccisi 29 cristiani copti, l’edificio comunale di Tel Aviv è stato illuminato con i colori della bandiera egiziana.

La serie di venti episodi sulla storia della Terra di Israele in onda alla television israeliana e’ stata un grande successo. L’ottavo episodio, “Tra indipendenza e rovina”, ha affrontato il periodo tra il 63 AC e il 70 DC parlando anche della figura di Gesu’.

L’Ufficio Centrale di Statistica israeliano ha pubblicato la relazione sulla popolazione dello Stato di Israele alla viglia del nuovo anno civile 2017.

Il 20 Dicembre 2016, e’ stata inaugurata una nuova esibizione al Museo israeliano intitolata: “Ecco l’Uomo: Gesu’ nell’arte israeliana”.

“Memorie di un pessimista speranzoso” e’ l’autobiografia di una attivista ebrea, femminista e interreligiosa, la Dottoressa Debbie Weissman, cittadina di Gerusalemme.

Una delegazione di 30 membri del Consiglio dei leader delle comunità religiose in Israele si e’ recata in Polonia negli ultimi giorni. La delegazione comprendeva L’Arcivescovo del Patriarcato latino Mons. Pierbattista Pizzaballa, il Patriarca greco-ortodosso Teofilo III e l’Arcivescovo greco-cattolico George Bacouni.

In questi giorni, il nuovo Ambasciatore di Israele presso il Vaticano, Oren David, ha iniziato il suo incarico e ha presentato le Lettere Credenziali a Papa Francesco.

Una parte piuttosto interessante del funerale di Shimon Peres, celebrato venerdi’ 30 Settembre 2016, e’ stata la preghiera funebre recitata dai suoi figli.

Mercoledi’, 28 Settembre 2016, e’ morto il nono presidente dello Stato di Israele all’eta’ di 93 anni.

Alla vigilia di Rosh HaShana, il Capodanno ebraico, la popolazione di Israele è di 8.585.000 abitanti.

Nelle ultime due settimane altri due bambini sono morti negli “asili-deposito” per bambini a Tel Aviv sud.

Padre Rafic, responsabile della comunita’ di Gerusalemme, racconta di una nuova iniziativa interreligiosa.