Padre David ha scritto un breve apprezzamento sulla Piccola Sorella Sara, deceduta il 28 marzo 2016.

Suzanne Millet e’ deceduta sabato, 28 Marzo 2015. Possa la sua memoria essere una fonte di benedizione.

Yaacov ha trascorso 45 anni della sua vita come un testimone discreto del Vangelo in Israele. E’ morto all’eta’ di 95 anni, il 22 Ottobre 2014. Citiamo qui di seguito le parole che Fratel Yohanna disse al suo funerale, tenutosi in Gerusalemme il 23 Ottobre 2014.

Anna Dobrucka ha lasciato un segno indelebile a Haifa kehilla e noi la ricordiamo con gratitudine.

Miriam Nothmann, delle Suore di San Giuseppe dell’Apparizione, dedico’ gran parte delle sua vita ai cattolici di lingua ebraica di Tel Aviv-Jaffa. Mori’ il 31 gennaio 2012.

Hanna Kleinberger è stato un membro della comunità di Gerusalemme per più di quarant’anni ed ha molto contribuito al suo bene. È deceduta il 6 agosto 2012.
Elena Dobos nacque in Romania nel 1919 e lasciò la casa paterna all’età di 15 anni per vivere con le Suore di Nostra Signora di Sion. Si unì a questa congregazione durante la Seconda Guerra Mondiale e fu mandata a Roma, dove partecipò attivamente alle attività della congregazione in favore degli ebrei perseguitati.
Piccola Sorella Aliza (1922-2011) ha partecipato attivamente alla fondazione delle comunità cattoliche di lingua ebraica e al loro sviluppo. Pubblichiamo qui un brano dalle parole di Fra’ Yohanan Elihai al suo funerale a Ein Karem il 17 febbraio 2011.
Il 30 gennaio, Claire Friocourt è deceduta all’età di 85 anni. Claire era una presenza di gioia, preghiera ed amicizia nelle nostre comunità in Israele e ringraziamo Dio per tutti i doni che ci ha dato attraverso di lei.
Quest’anno, 2011, fra’ Jacques Fontaine celebrerà il suo 90° compleanno. Sacerdote domenicano con cittadinanza israeliana, fu il fondatore del “BST” (Bibbia sulla terra) al tempo della Casa d’Isaia, che consisteva in un’estate di insegnamenti sulla Bibbia nella Terra della Bibbia e in un inverno di Lectio divina in ebraico, conosciuta come “Bibbia sotto la terra”.

Yehoshua Blum ha contribuito alla traduzione della liturgia in lingua ebraica. Fratel Yohanan Elihai della comunita’ di Gerusalemme e che ha lavorato con lui, cosi’ scrive su di lui dopo la sua morte avvenuta in Germania.

Edda Quattrini nacque a Roma il 9 gennaio 1929. Nonostante avesse ricevuto il nome di una delle figlie di Mussolini, decise di mettere in relazione questo nome con il termine “Ada”, che in ebraico e aramaico, significa “comunità”, identificando con quella comunità di Cristo che le diede motivazione nella vita.

Quest’anno Padre Gregor Pawslowski celebra 50 anni della sua ordinazione sacerdotale. Negli ultimi 38 anni della sua vita ha servito le comunita’ di lingua ebraica e polacca in Israele, sempre molto attivo all’interno della vita della Chiesa. Esprimiamo la nostra gioia per il suo fedele servizio, in occasione del suo cinquantesimo anniversario. Vorremmo esprimere non solo la nostra ammirazione per la sua persona, ma anche la nostra profonda gratitudine per tutto cio’ che ha fatto, sta facendo e fara’ ancora. Pubblichiamo qui di seguito la storia di Yaacov Tsvi Griner, meglio conosciuto tra noi come Padre Gregor.

Padre Isaac Jacob, benedettino, era un ebreo d’origine americana, giunto in Israele nel 1975. Si conserva di lui un ricordo affettuoso all’interno della comunità ebreofona, in particolare a Beer Sheba, dove celebrava regolarmente la Messa quando non vi era nessun sacerdote permanente.
Clothilde Mathys, vera cattolica, apparteneva ad una famiglia benestante belgo-canadese.
Padre Gabriel Grossman, OP, rappresentò per anni una presenza fondamentale nella comunità di Gerusalemme.
Padre Abraham Shmuelof è stato una figura singolare nel panorama della comunità cattolica ebreofona in Israele.
Jeanne-Marie de Montalembert è stata un pilastro della comunità di Haifa, fin da quando vi giunse nel  1960.
Padre Marcel Dubois, domenicano, fu un filosofo, teologo, insegnante, guida spirituale e custode delle anime.

Padre Joseph Stiassny, dell’ordine dei padri di Sion, fu uno dei primi cattolici a lavorare per la fondazione dell’opera di San Giacomo.