Spiegazione di una tradizione particolare, il Grande Avvento, nelle comunita’ di lingua ebraica del Vicariato San Giacomo in Israele.

Ignazio e’ stato uno dei teologi piu’ importanti della Chiesa delle origini. Mori’ martire a Roma, nel Colosseo, sbranato dai leoni.

Teresa, che visse nel 16° secolo, era una donna colta e una suora carmelitana che ha lasciato importanti scritti che hanno influenzato la vita spirituale della Chiesa Cattolica.

L’11 Ottobre, la Chiesa cattolica celebra la festa di un Papa contemporaneo, Giovanni XXIII (1881-1963). Il suo pontificato (1958-1963) ha cambiato il volto della Chiesa con il Concilio Vaticano II. E’ ricordato sia dai cattolici che dagli ebrei come Giovanni il “Papa buono”.

Lucia, della comunita’ di Gerusalemme, scrive su Abramo, nostro padre nella fede, in occasione della sua festa che la Chiesa cattolica celebra il 9 Ottobre.

Auguriamo a tutti i nostril amici ebrei una felice festa di Sukkot! Padre David Neuhaus SJ propone una risposta alla domanda: Cosa è successo a Sukkot nella tradizione cristiana?

Nel calendario cattolico ci sono molte feste dedicate alla memoria della Beata Vergine Maria, madre di Gesu’ Cristo. L’origine della festa della Madonna del Rosario risale al Medio Evo quando, secondo la tradizione, Maria apparve a San Domenico e gli diede il rosario. L’ordine diffuse il rosario come preghiera popolare in tutto il mondo cattolico.

Il 4 Ottobre ricorre la festa di San Francesco d’Assisi. Francesco e’ nato nel 1181 e morto nel 1226. Nato da una famiglia agiata, ha scelto la poverta’ presentando cosi’ ai suoi contemporanei un’immagine vivente del vero discepolo di Gesu’. Francesco, e coloro che lo seguirono, non possedeva nulla ma era sempre contento di proclamare il messaggio dell’amore di Dio per tutte le creature.

Teresa di Gesu’ Bambino, monaca carmelitana, visse in Francia nel 19° secolo. Divenne famosa grazie ai suoi scritti autobiografici che hanno rivelato la sua vita di santita’ di una donna semplice, piena di energia, in un convento di clausura carmelitano. La sua autobiografia e’ diventata una fonte di ispirazione per molti cattolici.

Nel 16° secolo, Ignazio di Loyola ha fondato l’Ordine dei Gesuiti, che chiamo’ “Compagnia di Geu’”. Ha anche lasciato in eredita’ alla Chiesa un metodo per gli “Esercizi Spirituali” che aiuta i fedeli a discernere la strada da percorrere nella loro vita.

Queste due sorelle hanno accolto Gesu’ nella loro casa a Betania e piu’ tardi lo condussero alla tomba del loro fratello Lazzaro.

Gioacchino e Anna sono i genitori di Maria, madre di Gesu’, e di conseguenza anche i nonni di Gesu’ Cristo. Sebbene non siano nominati nel Nuovo Testamento, alcuni scritti raccontano la loro storia.

Charbel, monaco maronita libanese, fu uomo di preghiera che visse una vita di devozione a Dio. Nella Chiesa maronita, Charbel e’ uno dei santi piu’ amati.

Discepola di Gesu’, Maria Maddalena e’ rimasta con Lui fino alla sua crocifissione. E’ stata anche tra le prime testimoni della sua risurrezione.

Geremia e’ uno dei piu’ grandi profeti di Israele. Ha sofferto molto a causa della sua fedelta’ a Dio durante un periodo di peccato e di rifiuto della Parola di Dio da parte del popolo. La Chiesa Cattolica festeggia la sua memoria il 21 Luglio.

Il profeta Elia e’ una figura centrale nei libri biblici che raccontano la storia del popolo di Israele. La tradizione lo unisce al Monte Carmelo. I cristiani in Terra Santa celebrano la sua festa il 20 Luglio di ogni anno, in particolare a Haifa.

In questa festa la Chiesa ricorda Maria, protettrice dei monaci carmelitani che si ritirarono sul Monte Carmelo a Haifa.

Daniel, della comunita’ di Giaffa, ci ha inviato un breve articolo su San Bonaventura, grande teologo francescano e dottore della Chiesa la cui festa si celebra il 15 Luglio.

Suor Grabriele, del Monastero delle Benedettine sul Monte degli Ulivi, ci ha inviato questo articolo su San Benedetto, la cui festa viene celebrata l’11 Luglio.

Maria Goretti aveva solo 11 anni quando venne uccisa da un giovane che cerco’ di violentarla. E’ la santa patrona delle vittime di stupro.