L'Assemblea degli Ordinari cattolici di Terra Santa ha pubblicato un appello il 20 marzo 2012, riguardo la situazione dei richiedenti asilo che sulla loro via attraverso il Sinai cadono preda di trafficanti che abusano di loro e li tengono in ostaggio.

Appello degli Ordinari sulla tratta di esseri umani e i richiedenti asilo
tenuti ostaggio nel Sinai

L’Assemblea degli Ordinari Cattolici di Terra santa esprime la sua profonda preoccupazione per la terribile situazione dei richiedenti asilo africani detenuti in ostaggio nel Sinai e chiede la cessazione immediata del traffico di esseri umani.

Il 5 dicembre 2010, Sua Santità Papa Benedetto XVI aveva già richiamato l’attenzione della comunità internazionale sulle“vittime di trafficanti e di criminali, come nel caso del dramma degli ostaggi eritrei e di altre nazionalità nel deserto del Sinai”. Da allora, la situazione di queste vittime non fa che peggiorare.

Noi Ordinari della Chiesa cattolica in Terra Santa chiediamo insistentemente alle autorità civili egiziane, israeliane e alla comunità internazionale, di intensificare i loro sforzi per lottare contro la tratta di esseri umani al Sinai, contro gli abusi, le umiliazioni, le torture, le violenze, le uccisioni che perdurano e che colpiscono i profughi africani. Coloro che fuggono dal loro paese d’origine a causa della guerra e della violenza devono essere protetti dagli abusi criminali di quelli che cercano di approfittare di loro. Noi siamo particolarmente inorriditi nell’apprendere la sorte spaventosa delle donne e dei bambini.

Ricordiamo alle autorità civili in Egitto e in Israele i loro obblighi di rispettare le disposizioni e le norme internazionali relative ai diritti umani nel trattamento, la protezione della dignità e dell’integrità fisica e psicologica delle persone compreso il diritto ad un procedimento regolare e un processo equo per i richiedenti asilo e i migranti.

Ci complimentiamo e ringraziamo i militanti nelle Organizzazioni per la tutela dei Diritti umani operanti nei due paesi, per l’aiuto alle vittime dei trafficanti di esseri umani e assicuriamo loro il nostro sostegno morale e le nostre preghiere.

In comunione con le organizzazioni che cercano di attirare l’attenzione sulla sorte di queste persone col fine di aiutarle, l’Assemblea degli Ordinari Cattolici di Terra Santa

- Richiama a una maggiore presa di coscienza sulla sorte di coloro che sono imprigionati, detenuti, per fini di riscatto, torturati e maltrattati nel Sinai.

- Richiama le autorità civili d’Egitto e d’Israele ad agire in modo deciso contro i trafficanti, chiudendo le loro basi di attività, perseguendo i criminali coinvolti in tali azioni nei due lati della frontiera israelo-egiziana, aiutando le vittime, offrendo loro un rifugio e proteggendo le popolazioni dai trafficanti.

- Richiama al sostegno delle organizzazioni e delle persone impegnate nella difesa, nell’assistenza e nell’aiuto delle vittime. Inoltre gli Ordinari Cattolici si impegnano all’assistenza spirituale dei cattolici tra i richiedenti asilo e chiedono alle autorità israeliane di permettere ai cappellani e ai loro assistenti, di potere incontrare i richiedenti asilo imprigionati nelle strutture di confino in Israele, per offrire loro quella consolazione spirituale che desiderano domandare alla Chiesa.

- “Perché ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere, ero straniero e mi avete accolto, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, prigioniero e siete venuti a trovarmi” (Mt 25,35-36).

+ Fouad TWAL, Patriarca Latino di Gerusalemme, Presidente dell’AOCTS

+Giacinto-Boulos MARCUZZO, Vicario Patriarcale latino per Israele

+ Michel SABBAH, Patriarca Latino di Gerusalemme emerito e Presidente Comm. Episc. Giustizia e Pace

+ William SHOMALI, Vicario Patriarcale Latino per Gerusalemme, Palestina

+ Antonio FRANCO, Delegato di Gerusalemme e Palestina e Nunzio Apostolico di Israele e Cipro

+ Kamal-Hanna BATHISH,Vescovo Ausialiare Latino emerito

+ Giorgio LINGUA, Nunzio Apostolico di Giordania

+ Selim SAYEGH, Vescovo Ausiliare Latino emerito

+ Elias CHACOUR, Arcivescovo Melchita Cattolico d’Akko

Mons. Joseph KELEKIAN, Esarca Armeno Cattolico di Gerusalemme

+ Yaser Al-AYYASH, Arch. Melchita Catt. Petra e Filadelfia

P. Pierbattista PIZZABALLA, O.F.M., Custode di Terra Santa

+ Boutros MOUALLEM, Arch. Melchita Catt. d’Akko emerito

P. David NEUHAUS, S.J., Vicario Patriarcale Latino per gli ebreofoni

+ Gregoire Pierre MELKI, Esarca Siro-Cattolico di Gerusalemme

P. Evencio HERRERA DIAZ, O.F.M., Vicario Patriarcale Latino di Cipro

+ Joseph Jules ZEREY, Vicario Patriarcale Melchita di Gerusal.

Mons. George SHIHAN, Amministratore Patriarcale Maronita

+ Maroun LAHHAM, Vicario Patriarcale Latino di Giordania

P. Raymond MOUSSALLI, Vicario Patriarcale di Giordania per i Caldei

P. Pietro FELET, SCJ, Segretario Generale