La casa di riposo Luckner a Nahariyah è un’istituzione fondata da Elisheva Hemker di Haifa, per offrire una casa alle donne cristiane, che salvarono ebrei durante la seconda guerra mondiale. Martha, che dirige la casa di riposo ed è membro della comunità di Haifa, ci racconta qualche notizia su questa bella istituzione.

luckner_gertrudeAlcuni mesi fa’ è stato pubblicato sul nostro sito un articolo sulla vita della dott.ssa Gertude Luckner e sulla sua opera per salvare ebrei sotto l’occupazione nazista e per aiutare tutti coloro che erano in difficoltà (leggi l'articolo in inglese). Dopo la guerra si preoccupò delle donne cristiane che avevano aiutato degli ebrei a sopravvivere durante l’occupazione. Alcune di loro si erano sposate ed immigrate in Israele, e, dopo la morte dei loro mariti, erano rimaste senza sufficienti mezzi di sussistenza. Le venne l’idea di creare una casa per queste donne.

Qui inizia il lavoro di Elisheva Hemker, che giunse in Israele come turista 45 anni fa’. Il suo compito era di comprendere la situazione di queste donne e giudicare se veramente era necessario creare una casa per loro. Iniziò a raccogliere fondi, che giunsero da un fondo del Misitero delle Finanze geramnico e da privati. Nel 1976 fu comprata una casa in via Szold 24 a Nahariyah, circondata da un giardino e vicina alla passeggiata di fronte al mare, con un facile accesso al centro della città. Tra i primi ospiti molti erano Giusti tra le Nazioni –il titolo che viene conferito dallo Yad vaShem a quegli eroi che rischiarono la loro vita per salvare degli ebrei.

Nei primi anni, quando cominciarono a giungere gli ospiti, ci furono necessità per la pulizia, per l’acquisto degli alimenti e la cucina. Elisheva compì ciò con l’aiuto di padre Daniel Rufeisen z.l., fondatore della comunità di Haifa, e con l’aiuto di volontari dalla Germania, che venivano ogni anno. Elisheva non si occupò solo della cura giornaliera, ma anche dell’assistenza sociale, e tutto ciò come volontariato.

Fino al 1998 (l’anno della morte di padre Daniel), ogni lunedì, padre Daniel veniva a celebrare la Messa per gli ospiti e si assicurò che tutte le feste fossero celebrate degnamente.

Nel 1992 Elisheva fu nominata presidente dell’associazione e continua fino ad oggi ad essere un valido consigliere. Nel 2003 ricevette un premio per quanto ha compiuto nella sua vita dalla “Associazione per il progetto e lo sviluppo di servizi per gli anziani in Israele”. Elisheva donò alla casa di riposo il premio in denaro che aveva ricevuto.

Per coloro che non avevano famigliari in Israele, la casa fu concepita come un’alternativa a casa e famiglia per gli ospiti in ogni cosa. Ogni ospite ha una camera privata, con bagno e doccia. Gran parte delle stanze hanno un balcone o un’uscita sul giardino. La casa di riposo opera con la licenza e sotto la supervisione del Ministero del Welfare come casa per gli anziani e dei deboli. La casa ha 14 stanze, di cui una è pensata per una coppia, con stanza da letto e salotto. I servizi che vengono offerti sul posto comprendono servizio medico da parte di un medico ed una infermiera, servizio sociale, una casa madre abitata, 4 assistenti esperti e provati, volontari dalla Germania, corsi di ginnastica, di lavoro manuale, di giardinaggio, passeggiate, attività culturali, servizio di pulizia e lavanderia. Gli ospiti ricevono tre pasti principali ed una merenda, il tutto preparato sul posto in base alle preferenze ed alle esigenze mediche di ogni ospite.
Oggi, tra gli ospiti, ci sono sia ebrei da tempo in Israele, sia nuovi immigranti dall’Europa, che parlano una varietà di linguaggi.  

Beit Luckner
Via Szold 24
Nahariyah
Telefono: 04-9920465
(associazione no-profit)