Edda Quattrini nacque a Roma il 9 gennaio 1929. Nonostante avesse ricevuto il nome di una delle figlie di Mussolini, decise di mettere in relazione questo nome con il termine “Ada”, che in ebraico e aramaico, significa “comunità”, identificando con quella comunità di Cristo che le diede motivazione nella vita.

eda
Edda con padre Paul e padre Pierbattista

Si trasferì in Francia nel 1956 e lì si unì ad un gruppo apostolico fondato per conoscere il mondo ebraico. Nel 1959 ritornò a Roma, dove completò gli studi da infermiera fino al 1962.

Nella festa dell’Immacolata Concezione, 8 dicembre 1964, Edda giunse in Israele. Il suo desidero era quello di lavorare vicino al popolo ebraico nella discrezione e di esprimere così il suo amore per il popolo che vive in Terra Santa. Subito iniziò a studiare l’ebraico ed iniziò l’ulpan il 1 gennaio 1965. Terminò il corso il 30 giugno dello stesso anno e l’indomani, il 1 luglio 1965, iniziò a lavorare come infermiera presso il reparto di chirurgia plastica presso l’ospedale Soroqa di Be’er Sheva. Si prese cura degli ustionati ed in particolare durante gli anni della guerra nel 1967 e nel 1973 curò numerosi soldati feriti negli scontri.

Edda è ricordata con affetto ed amore nella comunità di Be’er Sheva. Il suo grande amore per i bambini era ricambiato: dovevamo “controllare” che non li riempisse di caramelle durante la Messa. Era una cuoca eccellente, che amava preparare deliziosi piatti italiani per la Comunità. Aveva la peculiarità di essere dura e dolce allo stesso tempo.

Il 16 novembre 2009, Edda ha lasciato questa vita per essere con il Signore. Noi ne sentiamo la mancanza e con grande fede preghiamo che la sua anima venga accolta tra le braccia del Padre celeste. Pensiamo che lei sia già lì e che interceda presso Dio per tutti quelli che ha lasciato su questa terra.

(scritto da Matthew Umbarger, della comunità di Be’er Sheva)