La comunità di Beer Sheva è unica nel suo genere.

Essa è infatti la sola rappresentante della Chiesa cattolica nella città In effetti non ci sono alter comunità cristiane nella capitale del Neghev. La casa della comunità si trova in via HaShalom 51.

La comunità è stata fondata da padre Jean-Roger Héné, sacerdote francese, monaco assunzionista di origine ebraica. Negli anni Cinquanta lui stesso visitava regolarmente la città e celebrava la Messa per i cristiani che lavoravano nella zona. Nel 1990 venne completata la costruzione di una casa della comunità grande e spaziosa. Oggi risiede in questa casa il sacerdote responsabile Rev. Piotr Zelasko. La comunità di Beer Sheva è variegata: i suoi membri sono ebrei ed arabi israeliani, ma anche immigranti dalla Russia, dalla Romania, dalla Polonia e dall’India. Residenti cristiani storici e recenti di origine francese, italiana, portoghese, olandese ed americana che lavorano in Israele e che si sono stabiliti in città pregano insieme con gli studenti esteri dell’Università Ben Gurion e con i lavoratori stranieri nell’unica chiesa della città. La S. Messa viene celebrata tutti i giorni alle ore 18.30 e la domenica alle 18.15.

bs icon concert

La chiesa di Beer Sheva è dedicata ad Abramo nostro padre, che visse in questo luogo (Genesi 21,31). Nella cappella è esposta la bella icona del monaco russo del XV secolo Andrei Rublev. I tre angeli seduti intorno all’altare  ci ricordano il racconto della loro visita ad Abramo nostro padre (Genesi 18). Abramo che sedeva all’ingresso della tenda e che corre poi ad accogliere i tre stranieri (che non riconosce subito come angeli), serve d’esempio per l’accoglienza degli ospiti. Successivamente, quando sente del progetto di distruzione di Sodoma e Gomorra, egli solleva la sua voce per intercedere per gli uomini di quelle città peccatrici. Questa sua preghiera ci ricorda che siamo chiamati a pregare per tutti gli esseri umani, ed in particolare per coloro che sono in difficoltà. L’icona illustra l’amore grande di Dio. Si osservi lo sguardo degli angeli: l’angelo centrale osserva quello di sinistra, il quale volge lo sguardo a quello di destra; quest’ultimo guarda in avanti verso il basso, verso la Terra. Questa icona ci mostra la Trinità: Padre, Figlio e Spirito Santo, Dio unico, che è amore.

rublev_trinity
L’icona della Trinità di Rublev nella cappella di Beer Sheva