Padre David ha scritto un breve apprezzamento sulla Piccola Sorella Sara, deceduta il 28 marzo 2016.

ps sara

È trascorso più di un anno da quando la piccola sorella Sara ci ha lasciati per entrare nel Regno dei Cieli, il 28 marzo 2016, giorno del suo compleanno. Era piuttosto anziana e da molto tempo si era preparata a questo passaggio dalla comunità terrena a quella celeste. Infatti, regolarmente chiedeva: "Fino a quando?" Per quanto tempo ancora doveva aspettare sulla terra, mentre il suo corpo si indeboliva sempre più, prima di poter finalmente raggiungere Colui che aveva seguito per tutta la sua vita?

Ho voluto bene alla piccola sorella Sara e ho cercato di andare a trovarla regolarmente negli ultimi anni della sua vita. Ogni volta che pensavo a lei mi sentivo colmare di un grande senso di gratitudine per il suo costante, silenzioso e nello stesso tempo determinato impegno nella vita come discepola di Gesù di Nazareth. La piccola sorella Sara non era una donna di molte parole e a causa della sua sordità negli ultimi anni parlare con gli altri era diventato un grande sforzo. Tuttavia, al di là delle parole, i suoi occhi luminosi erano l’autentica testimonianza dell’unione con Cristo che riempiva la sua vita. Quegli occhi luminosi l’hanno mantenuta giovane fino al giorno della sua morte. Anche nei momenti di sofferenza, di grandi interrogativi, quegli occhi luminosi testimoniavano la forza vitale del rapporto dinamico che l’ha sostenuta negli anni.

La piccola sorella Sara era una colonna della comunità cattolica di lingua ebraica in Israele. Questo non perché era un'attivista o una leader, ma perché incarnava molto di quello che noi siamo chiamati ad essere. Sentiamo la mancanza e il vuoto lasciato dalla piccola sorella Sara, credente ebraica in Cristo alla quale era sempre stata chiara la sua identità ebraica e la sua fede cristiana, silenziosa testimone di Cristo nell'ambiente ebraico in Israele, impegnata e interessata della società, sempre seguendo quello che accadeva in Israele e nella Chiesa, donna fedele e costante nella preghiera per la giustizia e la pace in questa terra martoriata e sanguinante. Celebriamo la sua memoria e chiediamo a Dio di suscitare altri che sappiano seguire il suo esempio.