Benedetto, seminarista del Vicariato San Giacomo, condividcon noi un modo piuttosto originale di preparazione alla confessione, un esercizio importante per le settimane di Quaresima.

Esame di Coscienza e Preparazione alla Confessione
Prima Parte
Sono stupende le tue opere; le conosco fino in fondo (Salmo 139,14)

Cerca di ricordare tutte le benedizioni che hai ricevuto sin dalla nascita, tutto ciò che di buono e bello ti è successo nella tua vita.
- Pensa alla perfezione del tuo corpo, alla tua salute, all'intelligenza che hai ricevuto, alle tue emozioni, alla capacità di amare e di irradiare la vita.
- Pensa alla famiglia, la prima società che hai conosciuto e dalla quale hai ricevuto vita, protezione, cure e soddisfazioni, educazione, valori, guida e sostegno.
- Pensa agli amici che hai conosciuto e che ti riempiono di gioia per la loro presenza, alle meravigliose esperienze che hai avuto insieme a loro, a quanto sia bello saper uscire da noi stessi per incontrare gli altri perche’ l'essere umano è fatto per relazionarsi con gli altri.
- Pensa ai tuoi piccoli successi quotidiani, alla realizzazione di compiti semplici ma importanti, a come sei cresciuto e hai sviluppato i tuoi talenti.
- Pensa a quelle persone che ti fanno sentire amato, accolto, stimato, rispettato, ben voluto.
- Pensa a quelle persone dalle quali hai imparato i misteri della vita, quelle che ti hanno insegnato qualcosa che non sapevi prima e che non dimenticherai mai.

Cerca di ricordare i momenti difficili della tua vita.
- Pensa alla persona che ti ha tradito
- Pensa alla persona che hai tradito
- Pensa a chi ha spezzato il tuo cuore
- Pensa alle incomprensioni che hai avuto con i tuoi cari
- Pensa alle partenze che ci sono state nella tua vita e per le quali hai sofferto
- Pensa ai momenti di buio e di confusione
- Pensa ai momenti di disperazione
- Pensa alle volte che sei caduto nel peccato a causa del tuo comportamento immorale
- Pensa alle volte che hai perso la tua autostima

Contempla il fatto che Dio ti e’ sempre stato vicino in qualsiasi situazione ti sei venuto a trovare e che ha seguito la storia della tua vita con la sua provvidenza, gioiendo con te, e che non ti ha mai abbandonato nemmeno quando tu ti sei allontanato da lui.

Prega per qualche istante con questi versetti del Salmo 139
Dove andare lontano dal tuo spirito, dove fuggire dalla tua presenza?
Se salgo in cielo, la’ tu sei, se scendo negli inferi, eccoti.
Se prendo le ali dell’aurora per abitare all’estremita’ del mare,
anche la’ mi guida la tua mano e mi afferra la tua destra.
Se dico: “Almeno l’oscurita’ mi copra e intorno a me sia la notte”;
nemmeno le tenebre per te sono oscure, e la notte e’ chiara come il giorno;
per te le tenebre sono come la luce.
Sei tu che hai creato le mie viscere e mi hai tessuto nel seno di mia madre.
Ti lodo, perche’ mi hai fatto come un prodigio.

Seconda Parte
Riconosco la mia colpa, il mio peccato mi sta sempre dinanzi (Salmo 51,3)

- La tua relazione con Dio
- Prova a vedere ciò che la parola "Dio" significa per te – scrivi la definizione
- Cerca di capire se hai sempre apprezzato e desiderato la sua presenza nella tua vita. Se tu avessi potuto vivere senza di Lui, come sarebbe stata la tua vita? La presenza di Dio nella tua vita cosa ha aggiunto alla tua esistenza? Hai sempre pensato in questo modo?
- Se Dio non fosse al centro della tua vita, chi o che cosa ci sarebbe al suo posto?
- Senti a volte il bisogno di pregare? Se così fosse, che tipo di preghiera: di ringraziamento, di lode, di richiesta, di intercessione?

- La relazione con te stesso
- Sii consapevole di te stesso e di tutto ciò che sei, di tutto quello che hai ricevuto da Dio. Sei perfezione e unità di corpo, anima e mente.
- Il tuo corpo: Sei in pace con il tuo corpo o lotti con esso, sei geloso del corpo degli altri? Ti prendi cura dei bisogni del tuo corpo? Oppure fai uso di sostanze tossiche e non salutari (alcool, droghe, fumo ...)? Proteggi le sue parti intime o ti piace metterle in mostra? Hai usato la meravigliosa capacità di ricevere e dare piacere in momenti inadeguati per esempio al di fuori del matrimonio? Credi che un giorno morirai e che il tuo corpo risorgera’ il giorno del giudizio finale?
- La tua anima: anche se non la puoi vedere, anche tu hai un’anima. Come ti prendi cura della tua anima? La nutri con il cibo spirituale di cui ha bisogno (leggendo le Scritture, ricevendo il Corpo di Cristo nella Messa, pregando ...)? La preservi dal male e dal peccato? Cerchi di parlare alla tua anima di tanto in tanto?
- La tua mente: Sei consapevole di essere intelligente? Dai sufficiente spazio allo studio? Cerchi di darti delle risposte solo per curiosita’? Che tipo di pensieri hai nella tua testa? Cerchi di sviluppare le tue capacità? Ricerchi la saggezza? Lavori al meglio delle tue capacità?

- Le tue relazioni con gli altri
- Ti prendi del tempo per valutare le tue relazioni con gli altri? Hai dei buoni amici? Sai come essere un buon amico? Sei capace di dare e di ricevere?
- Pensa alle persone che non ti sono amiche. Come ti comporti con coloro con cui hai delle difficoltà?
- Sai accettare tutti, nonostante le loro opinioni, le loro credenze, la loro età?
- Sfrutti o usi alcune persone al fine di ottenere qualcosa da loro?
- Come ti rapporti con la società in generale, con il tuo paese, sei responsabile? Dai il tuo contributo alla giustizia, rispetti le leggi, aiuti i poveri e i bisognosi? Sei attento alle necessita’ del mondo intorno a te?

- La tua relazione con l’ambiente
Rispetti la natura? Gli animali? Non ti prendi cura dell’ambiente e lo inquini facilmente?

Prega per qualche istante con questi versetti del Salmo 51
Crea in me, o Dio, un cuore puro, rinnova in me uno spirito saldo.
Non respingermi dalla tua presenza e non privarmi del tuo santo spirito.
Rendimi la gioia di essere salvato, sostieni in me un animo generoso.
Insegnero’ agli erranti le tue vie e i peccatori a te ritorneranno.
Liberami dal sangue, Dio, Dio mia salvezza, la mia lingua esaltera’ la tua giustizia.
Signore, apri le mie labbra e la mia bocca proclami la tua lode;
poiche’ non gradisci il sacrificio e, se offro olocausti, non li accetti. Uno spirito contrito e’ sacrificio a Dio, un cuore affranto e umiliato, Dio, tu non disprezzi.

Terza Parte
Allora ho detto: “Ecco, io vengo. Sul rotolo del libro di me e’ scritto, che io faccia il tuo volere.
Mio Dio, questo io desidero, la tua legge e’ nel profondo del mio cuore” (Salmo 40,7-8)

- Nella certezza che Dio non si scandalizza dei tuoi peccati, e fiducioso nella sua misericordia infinita, ti senti rinnovato nel desiderio di approfondire il tuo rapporto con Lui, per conoscerlo sempre di più e servirlo nella tua vita.

Ecco alcuni suggerimenti di cose che puoi iniziare a fare come segno di pentimento per dare una nuova direzione alla tua vita. Scegline uno o due e chiedi a Dio di darti la determinazione e la perseveranza necessarie per portarli a compimento.

- Fissa ogni giorno un tempo per la preghiera (un quarto d'ora, mezz'ora, un'ora ... scegli tu). Ci sono diversi modi di pregare e il libro di preghiere del Vicariato puo’ aiutarti a scegliere come pregare.
- Dedica una o due ore ogni settimana per le attività di volontariato. Cerca luoghi che hanno bisogno di aiuto dove puoi aiutare gratuitamente, dando il tuo tempo in base alla tua disponibilità.
- Cerca di partecipare più regolarmente alla messa domenicale (o prefestiva) e nei giorni di festa.
- Organizza con saggezza il tuo tempo, trovando un sano equilibrio tra tempi di studio, lavoro, hobby, sport, ricreazione ...
- Inizia un processo di guarigione dalle cattive abitudini e rivolgiti al bene supremo con molta pazienza.
- Sana le cattive relazioni con una persona in particolare.
- Partecipa con maggiore regolarità alle attività che vengono proposte dalla comunità.
- ……..
- ………

Chiedi a Dio, Padre onnipotente e creatore del cielo e della terra, di aiutarti, al fine di crescere più forte nelle tue debolezze, di preservarti dal peccato e rafforzarti nella fede.

Chiedi a Gesù Cristo, che è morto per te ed e’ risorto dai morti per liberarti dalla morte, di aiutarti a superare le tue debolezze, di preservarti dal peccato e rafforzarti nella fede.

Chiedi allo Spirito Santo, che abita in te, di aiutarti a superare le tue debolezze, di preservarti dal peccato e rafforzarti nella fede.

Chiedi alla Vergine Maria di pregare per te per superare le debolezze, per preservarti dal peccato e rafforzarti nella fede in Dio.

Termina questo momento di preghiera con un Padre Nostro, un’Ave Maria e un Gloria al Padre.